Pero
FALEGNAMERIA BOSIO SAGL

PERO (PYRUS COMMUNIS VAR. SATIVA L.)

BIRNBAULM / POIRIER

IN PIENO VENTO IL PERO RAGGIUNGE I 20 m DI ALTEZZA, HA UN TRONCO DIRITTO E CHIOMA SPESSO PIRAMIDALE, FORMATA IN GRAN PARTE DA RAMI ASCENDENTI. IL SUO RITIDOMA, DA GRIGIO CHIARO A GRIGIO-NERO, È COPERTO DA UN RETICOLO DI SCREPOLATURE TRASVERSALI E LONGITUDINALI. TUTTE LE VARIETÀ DI PERO PRODUCONO PICCOLI FRUTTI A MATURAZIONE PRECOCE CON I QUALI SI PREPARA GENERALMENTE IL SIDRO DI PERE. LE VARIETÀ SELEZIONATE CHE DANNO GROSSI FRUTTI RICHIEDONO POSTI RIPARATI, ESSE SONO SEMPRE PIÙ COLTIVATE A SPALLIERA E IN FILARI, A SCAPITO DELLE FORME AD ALTO FUSTO POICHÉ IN QUESTO MODO È MOLTO PIÙ FACILE COGLIERE I FRUTTI, POTARE ED ESEGUIRE I TRATTAMENTI. DEL RESTO LE FORME BASSE RESISTONO MEGLIO DI QUELLE ALTE ALLA SICCITÀ E AL GELO. NEL PERO, ALBURNO E DURAME, SONO APPENA DISCERNIBILI. IL CUORE SI PRESENTA BRUNO CHIARO ROSSASTRO, SPESSO FIAMMATO E MOLTO DUREVOLE ALLO STATO SECCO.

IL PERO E LE QUATTRO STAGIONI:

L'ESSICAZIONE DEVE ESSERE PORTATA A TERMINE MOLTO LENTAMENTE POICHÉ IL LEGNO HA UNA TENDENZA SPICCATA ALLA SVERGOLATURA. UNA VOLTA BEN SECCO SI LASCIA LAVORARE, TORNIRE, SCOLPIRE E LUCIDARE FACILMENTE. ASSORBE BENE LA TINTURA E LA VERNICE. IL PERO È UNO DEI LEGNAMI INDIGENI PIÙ NOBILI. VIENE UTILIZZATO PER I MOBILI, GLI STRUMENTI MUSICALI, LE SQUADRE E GLI STRUMENTI DI PRECISIONE.

IL PERO CRESCE MOLTO LENTAMENTE, RAGGIUNGE LA SUA TAGLIA MASSIMA DI 20 m SOLTANTO SU SUOLO PROFONDO, FRESCO E CON UN CERTO TENORE IN CALCARE. SE LE CONDIZIONI CLIMATICHE SONO SFAVOREVOLI RESTA BASSO E DI PORTAMENTO RACHITICO.

- FIORE APPENA SBOCCIATO;

- PAGINA SUPERIORE DELLA LAMINA VERDE SCURO E LUCIDA;

- PERE VERSO LA FINE DI SETTEMBRE;

- RITIDOMA GRIGIO-NERO.