Faggio comune
FALEGNAMERIA BOSIO SAGL

FAGGIO COMUNE (FÁGUS SYLVÁTICA L.)

ROTBUCHE / HÊTRE, FAYARD

IN PIENO VENTO IL TRONCO DEL FAGGIO È GUARNITO DI RAMI FIN QUASI ALLA BASE, MENTRE IN FORESTA IL TRONCO NE È SPROVVISTO FINO AD UNA NOTEVOLE ALTEZZA. ALBERO DI DIMENSIONI MEDIO-GRANDI, IL SUO TRONCO DIRITTO E QUASI CILINDRICO RAGGIUNGE, VERSO I 120 ANNI, 25-30 m DI ALTEZZA. LA CHIOMA, SLANCIATA NEI GIOVANI ALBERI, SI ALLARGA NEGLI ALBERI VECCHI, ARROTONDANDOSI A FORMA DI CUPOLA. UN FAGGIO DI 300 ANNI PUÒ RAGGIUNGERE 45 m DI ALTEZZA ED UN DIAMETRO DI 1.5 m. LE FORESTE DI FAGGIO, A CAUSA DELLA DENSITÀ DEL LORO FOGLIAME, LASCIANO FILTRARE POCA LUCE. SOLO PIANTE PRECOCI, LA CUI FIORITURA PRECEDE L'APPARIZIONE DELLE FOGLIE, POSSONO SOPRAVVIVERE IN QUESTO BIOTOPO  CHE, PER IL RESTO DEL TEMPO,  È MOLTO OMBREGGIATO. LA CORTECCIA, GRIGIO-VERDE NEGLI ALBERI GIOVANI E PIÙ TARDI GRIGIO-CENERE, RESTA SOTTILE, LISCIA E DI UN GRIGIO ARGENTATO FIN NELL'ETÀ PIÙ AVANZATA. SOLO RARAMENTE SI OSSERVA L'APPARIZIONE DI UN RITIDOMA.   

IL FAGGIO COMUNE E LE QUATTRO STAGIONI:

LA PARTE INTERNA DEL TRONCO DI DISTINGUE DALL'ALBURNO PERIFERICO SOLTANTO PER LA SUA DUREZZA E SOLIDITÀ MA NON PER IL SUO COLORE. IL LEGNO, DAI VASI SPARSI, È OMOGENEO E DI UN COLORE CHE VARIA DAL BIANCO- GRIGIASTRO AL GIALLO-ROSSASTRO. È RESISTENTE, POCO ELASTICO MA SOLIDO, PESANTE, È SOGGETTO AD UN FORTE RITIRO ED È MOLTO DURATURO SOTT'ACQUA. CON L'ESSICAZIONE IN FORNO CONSERVA IL SUO BEN NOTO COLORE ROSSASTRO ED IN UNA CERTA MISURA, HA MENO TENDENZA AL RITIRO ED ALLA FORMAZIONE DI CREPE. SE L'ESSICAZIONE È FATTA CON PRECAUZIONE, QUESTI INCONVENIENTI POSSO ESSERE RIDOTTI. I RAGGI MIDOLLARI SONO MOLTO LARGHI E BEN DELIMITATI. GLI ANELLI DI CRESCITA ANNUALE SONO NETTAMENTE PERCETTIBILI GRAZIE ALLO STRATO DI LEGNO AUTUNNALE PIÙ POVERO DI VASI E DI UN COLORE PIÙ SCUSO. IL LEGNO ACCATASTATO IN LUOGO UMIDO È RAPIDAMENTE ATTACCATO DA INSETTI E FUNGHI.

LEGNO FACILE DA LAVORARE, DA TORNIRE, SI PRESTA ALLA LAVORAZIONE A VAPORE, ALLA TINTURA E ALLA LUCIDATURA. CON ESSO SI FABBRICANO SEDIE, TAVOLI, RIVESTIMENTI, UTENSILI DA CUCINA, CASSE, ECC... DATO IL SUO POTERE CALORICO ELEVATO È OTTIMO COME COMBUSTIBILE. DI RECENTE TROVA SEMPRE PIÙ LARGO IMPIEGO NELLA PRODUZIONE DI CELLULOSA E NELLA FABBRICAZIONE DI FIBRE SINTETICHE.

IL FAGGIO PROSPERA SUI TERRENI CALCAREI, FRESCHI, BEN AEREATI ED ESIGE UN'UMIDITÀ ATMOSFERICA RELATIVAMENTE ELEVATA. GLI ALBERI SONO SENSIBILI AI FREDDI INVERNALI INTENSI, ALLE GELATE TARDIVE, ALLA SICCITÀ ED AL CALDO ECCESSIVO.

- CUPULA DEL FRUTTO AD ACULEI MOLLI;

- PAGINA SUPERIORE DEL LEMBO VERDE SCURO E LUCENTE, MARGINE INIZIALMENTE CIGLIATO;

- INFIORESCENZA MASCHILE CON NUMEROSI FIORI;

- TRONCO CILINDRICO E DIRITTO, CORTECCIA GRIGIO-ARGENTATA, LISCIA E SOTTILE.